Resistere

Il 7 gennaio è Capodanno, quello vero s’intende. Sì perché in fondo, tutti lo sappiamo, il primo gennaio conta solo per ingozzarsi di cotechino e lenticchie e fare gli scemi con le stelle filanti. E non contano i buoni propositi fatti alla mezzanotte, non ne applicheremo neanche uno prima di una settimana, neanche la dieta. SOPRATTUTTO LA DIETA. Non conta neppure se a Capodanno abbiamo … Continua a leggere Resistere

Del femminismo vittoriano: Jane Eyre

E’ dunque possibile arrivare alla veneranda età di 32 anni, aver fatto la libraia, essere laureata in Lettere e non aver mai letto Jane Eyre? A quanto pare sì, mea culpa. Ultimamente ho acquistato un libro, una sorta di guida della letteratura, di cui vi parlerò prossimamente, che mi ha messa piuttosto in crisi rispetto all’esorbitante numero di classici che non ho ancora letto. Jane … Continua a leggere Del femminismo vittoriano: Jane Eyre

Il censimento dei radical chic

Ho letto questo libro qualche mese fa, quando era molto molto chiacchierato (ed osannato). L’ho trovata una commedia carina, ironica, pungente il giusto, a tratti dark. Mi ha lasciata però con un senso di insoddisfazione, forse perché ci ho visto del potenziale ma non lo sviluppo che avrei voluto. I fatti raccontati accadranno. Il libro si apre con questa profezia e questo e altri dettagli … Continua a leggere Il censimento dei radical chic

C’era una volta…

C’era una volta una ragazza che aveva un blog. Quella ragazza amava leggere e sognava un giorno di diventare una libraia vera. Le librerie invisibili erano un piccolo pezzo di mondo, virtuale, nel quale poter aprire una finestra nei suoi pensieri, ma soprattutto nel quale ritagliarsi uno spazio per poter essere se stessa. Un giorno quella ragazza ha aperto una libreria vera, ma questa è … Continua a leggere C’era una volta…

Del sogno che la libreria invisibile un giorno lasci spazio ad una libreria vera…

Sono passati quasi due mesi dal mio ultimo post e che mesi… Ti dicono che è bellissimo inseguire i propri sogni, ma non ti raccontano la fatica che ci vuole, le notti insonni, le giornate di sconforto, le centomila email ai fornitori e millemila fax che dovrai inviare alla Telecom per attivare una dannatissima linea telefonica. Quando però tutto passa e tu riesci a uscirne indenne, … Continua a leggere Del sogno che la libreria invisibile un giorno lasci spazio ad una libreria vera…