Ti vedo, ti voglio, ti… ?

https://lelibrerieinvisibili.files.wordpress.com/2013/07/57235-582084_4211170799158_950040916_n.jpg

Un anno fa, di questi tempi, ricordo con una punta di riprovazione un mio post di mostruosa ingenuità. Sembra passata una vita ma, sappiatelo, un anno fa a quest’ora spuntavano le prime “sfumature” e io le celebravo con il più stupido e ottimista dei post. Leggetele, dicevo, male non faranno; passerete un’estate più fantasiosa, che sarà mai. In fondo allora non mi sembrava un gran problema che le donne leggessero delle capriole di Mr Grey con l’ingenua Anastasia. Se non fosse che le lettrici italiane sembrano averci preso un po’ troppo gusto. E se una volta gli Harmony erano un po’ di nicchia, o quantomeno non spuntavano orgogliosamente da tutte le borse da mare ma si nascondevano nelle zone più recondite, adesso il romanzo erotico sembra essere diventata la nostra unica opportunità di lettura per l’estate. E le case editrici si sono allegramente accodate in una produzione sconfinata in questo genere letterario. A nudo per te, Diario di una sottomessa, Io ti sento, Io ti guardo, The Juliette society, Desiderio incoffessabile, Nel profondo di te… All’improvviso sono tutti scrittori di erotismo. Guarda un po’.

Ora, continuo a sostenerlo, non c’è mica niente di male, per carità. Però per favore, non facciamo pure finta che questa sia letteratura. Insomma, va bene leggerle, va bene non vergognarsene, ma ho sentito qualcuno parlarne come se fossero il libro rivelazione della loro vita. Che poi la trama (trama?) di questi libri è sempre la stessa. Lui è ricco, bello e maledetto. Lei è giovane e ingenua. Lei ha una mission: redimerlo (e quando mai le donne non hanno questa mission?). Vuole trasformarlo in ricco, bello e fedele. Ci riuscirà, ma solo al termine di una trilogia di circa 1000 pagine. E perché ci mette tanto secondo voi? Perché ogni tre pagine i due ci danno dentro come ricci. Poi, per carità, ogni tanto ci infilano pure un rapimento, una litigata, un problema sul lavoro, ma non è che avanzi tanto spazio per tutto ciò. Quante volte avete voglia di leggere la stessa storia? A me è bastata una solo trilogia. Dalla settimana prossima consigli di lettura per un estate sfumature free. Stay tuned.

E voi? Siete sfumature-dipendenti? Coraggio, a me potete dirlo. Vi offro un programma personalizzato di disintossicazione. Una lista di letture per l’estate per liberarvi per sempre dall’odiosa dipendenza. Scrivetemi, vi consiglierò qualcosa di meglio. Oppure consigliatevi a vicenda (tipo gruppo di autosostegno). Che state leggendo di bello? Quali letture programmate per le vacanze?

Annunci

27 commenti

Archiviato in Chiacchiere in libreria

27 risposte a “Ti vedo, ti voglio, ti… ?

  1. l estate scorsa le mie colleghe erano impazzite per questi libri, loro. leggevano ed io…sì insomma….io gli davo dentro come. i ricci 🙂

  2. Sara

    Personalmente ho deciso che non valga la pena di sprecare il mio pochissimo tempo libero leggendo questi libri (libri??). Ci sono così tanti bravissimi scrittori e così tante belle storie da leggere che non vi è che l’imbarazzo della scelta! Io sto leggendo “L’amore ai tempi del colera” e, come sempre, Marquez mi introduce nel suo magico mondo ed è come vivere in un universo parallelo. Poi, se non mi prenderà la voglia irrefrenabile di leggere altri suoi romanzi (cosa altamente probabile!!), credo opterò per qualche giallo e poi continuerò con la lettura di tutti i romanzi presi al Salone del Libro: “Pecore matte” di Maria Tarditi, “Italia” di Marco Lodoli, “Ragazze, cappelli e Hitler” di Trudi Kanter…..

  3. acqua sporca e fumo negli occhi e null’altro! ho letto metà del primo e poi l’ho usato come sotto vaso stile fioriera.
    Molte scene e situazioni sono false come una moneta da 3 euro.
    Piuttosto leggetevi “Cinquanta sfumature di bigio” che è la dissacrazione del pattume originale. l’ho bagnato di lacrime tanto ho riso,
    La situazione che mi fa rabbia sta nel vedere romanzetti come questi lanciati in maniera stellare esclusivamente per fare cassa e puntare al popolino.
    Fortuna che l’ho letto ( e mollato ) sul kindle e pure sgamato.

  4. Io ho letto il primo perchè una mia amica è appassionata di questa cosa. Ho approfittato del fatto che si fosse incuriosito anche il mio ragazzo e l’abbiamo letto un po’ contemporaneamente. Inutile dire che è spazzatura, che non c’è trama (solo una porcata ogni due pagine), che i personaggi sono delineati male ed è scritto coi piedi.
    Però siccome soffro della sindrome del “DEVO terminare quello che ho iniziato” ho letto anche il secondo e sono a metà del terzo. E’ tutto così osceno che non ci sto capendo più nulla. Poi io ho una mentalità un po’ chiusa, quindi mi sconvolge non poco.
    Devo dire che io sono abituata a leggere classici, e comunque non ho mai letto libri erotici. Anche se suppongo che questo non si possa catalogare neanche come erotico. Va bene per il falò di ferragosto, quello sì.

  5. Per me è solo spazzatura davvero, non ho mezzi termini sulla questione.
    Non è sicuramente questa la mia idea di lettura, per quanto io stessa abbia letto nella mia vita libri davvero leggeri.
    Mia cara ti aspetto nel mio nuovo post su “1984”.
    Mi piacerebbe avere le tue riflessioni.
    Bacioni
    Luna

  6. No non mi fanno per niente voglia davvero. Io sto su Iperborea che mi fa rivivere tanto la mia estate nordica del 2012! E Camilleri of course, mi sono letta “ll Re di Girgenti” che a contenuto e’ forse cosi cosi ma a lessico…..e’ insuperabile!!!!!!!!!

    • Mai letta Iperborea, ma le atmosfere nordiche non mi fanno impazzire (almeno finchè non le provo). Sai che sono talmente affezionata al Montalbano televisivo che non riesco ad approcciarmi a quello cartaceo?

  7. queste “sfumature” sono degli Harmony ms più lunghi…è solo servito a far venire alle donne un pò più di voglia, ma alla fine passata la sfumatura passata la voglia. Pubblicalo il tuo programma di disintossicazione, magari riesci ancora a salvare qualcuno!

  8. dai, fallo il programma di disintossicazione, sarà divertentissimo. io in vita mia ho letto solo due romanzi erotici: Il Delta di Venere e Le età di Lulù. Per questa estate pensavo a Dickens, che sia la volta buona?

  9. Le avevo lette le sfumature….ma quest’anno leggo Nesbo e forse la Verità sul caso Harry Quebert: Cosa ne pensi?

  10. bè per me è fin troppo facile consigliarti… vedi mio blog, comunque queste cose finto erotiche sono veramente noiose, ma tu come hai fatto a leggere tutta la trilogia? non basta aprire a caso per capire? a pensarci è veramente difficile far diventare noioso il sesso, eppure questi libri ci riescono, quindi a modo loro potrebbero essere geniali, senonaltro per i soldi che riescono a tirar fuori a queli che ancora nel 2013 credono esista ancora quella cosa che si dice trasgressione, che tristezza…

    • La vera trasgressione è la normalità. L’ho sentito una volta in un film e mi è sembrato tremendamente vero di questi tempi.
      La trilogia l’ho letta perchè, inutile dirlo, è ben confezionata, ti prende e ad un certo punto vuoi sapere come va a finire. Vorrei specificare che non l’ho comprata e che ci ho messo tipo un paio di giorni, non ci ho perso un mese di letture intelligenti.

  11. Dopo aver letto qualche brevissimo estratto ho deciso che tanto il contenuto, quanto la protolingua con cui era scritto erano motivi più che sufficienti per non averci mai nulla a che fare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...