Impressioni sparse. Ovvero della mia prima volta al Salone del Libro di Torino

https://i1.wp.com/www.temperamente.it/wp-content/uploads/2013/05/salone_libro_torino_2013.jpg

Fatico a riordinare le idee e soprattutto a dire qualcosa di sensato. Come ogni prima volta anche quella al Salone del Libro è un’esperienza che ti lascia addosso un mix di sentimenti contrastanti: emozione, senso di spaesamento (ma chi li ha mai visti così tanti libri tutti insieme?), incredulità, estrema insoddisfazione per non aver visto/fatto tutto quello che volevi, stanchezza, voglia di ritornare il prossimo anno con idee più chiare e programmi dettagliati su come muoversi.

Cercherò di condensare nella cronaca di una giornata di Salone le mie impressioni, ma dal momento che mi era impossibile sceglierne una, ho deciso di parlarvi di tutto come se lo avessi vissuto in una giornata sola, perché, a conti fatti, cosa importa se una cosa l’ho fatta venerdì, sabato o domenica? Credo poco. Orari e giorni, tutto sarà arbitrario in questo racconto, tranne le mie impressioni.

Ore 9: Faccio il mio ingresso al Salone. La coda è impressionante. Ringrazio il cielo di non doverla fare. Al mio biglietto hanno provveduto altri e io mi scanso la trafila della coda, peraltro sotto l’acqua, perché in questi giorni, ahimè, a Torino sembra marzo. Un diluvio biblico dall’inizio alla fine. Se nel Salone si sta bene, indubbiamente la città ci ha rimesso, perché nessuno ha osato mettere piede fuori.

Continua a leggere su Temperamente.

Annunci

4 commenti

Archiviato in Temperamente

4 risposte a “Impressioni sparse. Ovvero della mia prima volta al Salone del Libro di Torino

  1. Sara

    Sono contenta che tu abbia provato così tante belle emozioni. Pensa che per me è sempre così, io che al Salone ci vado ogni anno da otto anni! Fai un giro intorno a te stessa e vedi SOLO libri e lettori. Gente che arriva con il trolley o i borsoni per cacciarci dentro i libri. Io sabato sera avevo le spalle indolenzite dal peso dello zaino! Respiri odore di libri e capisci di essere nel tuo mondo ideale: non c’è nulla di più bello! 🙂

  2. Che bello… Ho il cuore un cartocetto piccolo… Anch’io sono di quella comunita’ di lettori li’ e ci avrei fatto la tenda, ma non ho potuto esserci. Sacrosanta invidia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...