Revolutionary Road

Tra i riti quotidiani del Sud c’è n’è uno che io particolarmente odio/amo. I Tg dicono: quando fa caldo restate in casa, evitate di uscire nelle ore più calde. Ecco, noi qui di queste raccomandazioni ce ne freghiamo. Quando fa caldo, nel paesino medio del sud Italia, sono tutti fuori di casa, appena fuori dalla porta, con la loro bella sedia piantata in cerchio a dire chiacchiere. Ora, io questo rito lo odio in particolare nei giorni in cui vorrei un po’ di privacy e invece macchè… sei costretto a camminare per strada, con mille occhi puntati addosso, e a pensare “ma perchè non ve ne state un po’ in casa tutti quanti?”. Ci sono giorni in cui invece è divertente. Stasera, ad esempio, sono rientrata a casa e per strada c’era un convegno di signore che discutevano sulla brevità dei “matrimoni di oggi” e così passando io e mia madre ci siam0 trovate coinvolte nel dibattito. «E’ colpa della pancia piena» secondo la vecchietta A, «colpa delle donne che lavorano» secondo la vecchietta B. Io invece alle signore avrei consigliato Revolutionary Road, un libro che, seppur scritto in tempi non sospetti (anni ’50), la sa lunga sul matrimonio e sulla famiglia.

Revolutionary Road è uno straordinario romanzo americano scritto da Richard Yates e pubblicato nel 1961. Recentemente il Times l’ha inserito nella lista dei 100 più bei romanzi in lingua inglese ma se non fosse per la recente trasposizione cinematografica con Leonardo Di Caprio e Kate Winslet sarebbe praticamente caduto nel dimenticatoio. Ed è un vero peccato. Yates ha uno stile unico e una capacità straordinaria di metterci di fronte alle grandi ipocrisie della cultura americana dell’epoca. April e Frank sono una coppia della middle class dei sobborghi benestanti di New York che coltiva il sogno irrealizzabile di un evasione dal conformismo che li circonda. La coppia, che si crede unita nella sua diversità in realtà è profondamente divisa dall’egoismo di ognuno dei coniugi. Nessuno dei due però ne è apertamente consapevole. April e Frank sono bravissimi a trascinare il loro matrimonio, alimentandolo con le cattiverie quotidiane e tantissima ipocrisia, in un clima da guerra fredda fino ad un evento di fronte al quale non potranno più tornare indietro.

Qualcuno ha visto il film invece? Me lo consigliate?

Advertisements

3 commenti

Archiviato in Recensioni

3 risposte a “Revolutionary Road

  1. Letto tre volte, sempre una sorpresa.. Mi piace, mi piace tantissimo.

  2. il film è molto bello, consiglio assolutamente!
    non ho invece letto il libro, ne ho sentito però dei brani a Radio3, e ce l’ho in lista da comprare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...