Siamo donne… difettose

Estate: tempo di letture. Non so se l’avete notato, ma l’unico periodo dell’anno in cui le riviste si occupano massicciamente di libri è il trimestre estivo. Come se gli italiani leggessero solo sotto l’ombrellone. Mi piacerebbe consultare qualche statistica per capire se è davvero così oppure se è una deformazione della realtà prodotta dalla stampa.

Io di sicuro sarei in linea con questo ritratto. Ovviamente leggo tutto l’anno ma in vacanza sono una divoratrice di libri. In tre settimane ne ho letti 8 (e ne ho abbandonato uno). Non sono una da vacanze mondane, perciò solitamente dedico alla lettura tutto il tempo che non passo in acqua. Detto ciò ammetto che sono stata molto attiva nel leggere e davvero poco nel riportarvi le mie impressioni, ma cercherò subito di rimediare a cominciare da una vera chicca nelle letture sotto l’ombrellone.

Ho letto questo libro in un pomeriggio afosissimo in cui tutti dormivano. Io, che sono un tantino insonne, ho sfruttato le due ore della penichella per buttarmi su Grazie per quella volta di Serena Dandini.

Innanzitutto devo dire che a me la Dandini piace davvero tanto, come conduttrice e come donna. Ora mi piace anche come scrittrice. Il sottotitolo del libro, Confessioni di una donna difettosa, sulle prime non mi aveva convinta; dopo aver letto il libro ho capito che senso avesse. La perplessità derivava dal fatto che dalle mie parti “difettosa” indica non solo una persona piena di difetti ma, e se volete è l’opposto, una persona incontentabile, che trova un difetto in ogni cosa. Ora, chiaramente la Dandini aveva in mente la prima definizione quando ha usato quel sottotitolo. Il libro è infatti costituito da una serie di confessioni, fatte con grande ironia, su una donna piena di difetti: la Serena della sua vita privata, della sua infanzia e adolescenza, con le sue insicurezze, le sue debolezze, la sua cronica mancanza di autostima. Questa Serena, che noi non conoscevamo, ci assomiglia molto: le piace mangiare ma ahimè ingrassa, ha un guardaroba di abiti neri per esorcizzare l’insicurezza, ha più paura di invecchiare e meno di morire, è goffa e pigra forse per colpa della signorina Ramazzini e del suo alito pesante alle lezioni di danza da bambina. Di sera e nel week-end non ne vuole proprio sapere di scollarsi dal divano. Crede che il ’68 abbia fortemente nuociuto all’emancipazione femminile, ma lei allora era altrove e sognava di sposare Mick Jagger. Nella borsa, sempre troppo pesante, a volte porta un fardello di tristezza che le prende per piccole cose. Piange facilmente. Detesta la fine dell’estate ma anche l’uomo col fantasmino.

Questo e molto altro nelle confessioni della Dandini, così simili alle nostre. Con il suo libro Serena Dandini ci aiuta a sorridere di tutti i nostri difetti, ci spinge a essere indulgenti con noi stessi, ci fa sorridere delle piccole e grandi cose della vita. Un libro da leggere per sentirci migliori. Un libro per capire che non importa quali siano le nostre debolezze, non importa quante siano le nostre fragilità. L’importate è imparare ad autoassolverci e a vivere la vita con il sorriso sulle labbra. Sempre.

Annunci

5 commenti

Archiviato in Recensioni, Siamo donne...

5 risposte a “Siamo donne… difettose

  1. …pensavo di averlo letto ed amato solo io!!! Fantastica donna…ti suggerisco anche “Ferite a morte”: ne parlo nel mio blog. Un abbraccio

    • Ho letto anche Ferite a morte, credo di averne parlato da qualche parte, soprattutto perché ero andata a sentire lo spettacolo tratto da libro al Salone del libro dello scorso anno. Passo sul tuo blog e ti lascio il link, se lo trovo!

  2. questa tua recensione mi ha convinta, lo compro, lo leggo, e sicuramente mi ci rispecchierò… che bello che leggi così tanto, io ho iniziato un libro un mese fa e non riesco ad andare avanti, è pur vero che Pratolini non è il più leggero degli scrittori… chissà magari lo riprendo quest’ inverno, quando non si boccheggerà più 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...