Benvenuto a Bari san Nicola!

Tutto il mondo festeggia san Nicola il 6 dicembre. È un santo popolare, venerato dal mondo cattolico e ortodosso, che ha dato origine al mito di Santa Klaus. Ma a Bari san Nicola è prima di tutto il patrono della città e in quanto tale merita una festa privata, solo per il santo e gli abitanti della città. Il 9 maggio del 1087 le ossa di san Nicola arrivarono a Bari, seguendo vie non proprio ortodosse:

La storia è singolare. Le ossa del santo furono rubate a Mira (oggi Demre) in Turchia nel 1087 da un equipaggio di marinai baresi che le portarono nella loro città, fino ad allora sprovvista di un santo patrono. Fu così che Nicola diventò coattivamente il protettore di Bari. Ogni richiesta di restituzione incontrò un cortese ma fermo diniego. L’argomento, non privo di originalità, era che san Nicola aveva scelto Bari come sua città. Se fosse stato contrario all’idea, avrebbe impedito il furto delle sue ossa o scatenato una tempesta per impedire la fuga dei marinai baresi. Non essendosi verificato nessuno di questi eventi, l’unica interpretazione possibile era che san Nicola volesse rimanere a Bari. E se questo discorso non vi convince, peggio per voi.

Questa, la ricostruzione dell’origine del rapporto tra san Nicola e la città di Bari come la racconta Gianrico Carofiglio in Né qui né altrove. Una notte a Bari, libro che lo scrittore barese dedica alla città, edito per la collana Contromano della Laterza. Contromano è una collana molto interessante, che ha tra le altre cose un filone dedicato alle città, viste da dentro, dagli occhi di grandi autori che le hanno vissute. Non guide turistiche, ma romanzi, reportages, diari… nei quali i luoghi assumono una grande importanza.

Sono tanti i luoghi, le storie, i modi di dire, gli odori e i sapori che possono rappresentare una città e quelli di Bari Carofiglio li racconta in maniera ineccepibile, da barese doc. Volendo individuare in questo mare di impressioni qualcosa che sia davvero rappresentativo dello spirito della città ho pensato di accostare al sacro il profano e quindi, al santo, la focaccia barese:

La focaccia barese si prepara mescolando farina di grano tenero, sale, lievito e acqua. Ne deriva un impasto piuttosto liquido che si versa in una teglia rotonda, si condisce con olio, pomodori freschi, olive e poi si cuoce nel forno a legna. Proprio perchè l’impasto è liquido, i pezzi di pomodoro e le olive sprofondano nella pasta, creando e riempiendo dei piccoli crateri morbidi che diventano le parti più buone della focaccia. Si mangia calda ma non bollente, avvolta in un pezzo di carta da panificio, uscendo da scuola, al mare, per cena o anche per pranzo (o merenda o anche colazione, ma questa è roba da esperti): veloce, economico e deliziosamente unto.
La focaccia è una delle cose più buone al mondo. Mi trattengo dal dire che è la più buona al mondo per mantenere un minimo di prospettiva e per evitare il delirio campanilistico. […]
A differenza di molte cose buone, che sono scarse e spesso costose, la focaccia, a Bari, si trova ovunque ci sia un panificio. Cioè ovunque, e tutti se la possono comprare.
La focaccia, a Bari, è una metafora dell’uguaglianza e uno dei pochi simboli (fra questi, degne di nota anche le cozze crude) in cui i baresi riconoscono la loro identità collettiva.

Per chi volesse approfondire la storia di san Nicola, che è molto più complicata di come io l’ho riassunta, c’è un bellissimo film (solo per veri cultori): Nicola, lì dove sorge il sole. È un film no budget recitato in dialetto barese e girato in  bianco e nero con la partecipazione gratuita di tutti gli attori, in parte dilettanti e in parte professionisti.

Annunci

3 commenti

Archiviato in Curiosità, Libri da mangiare, Puglia mia, Recensioni

3 risposte a “Benvenuto a Bari san Nicola!

  1. Sono stata a Bari 2 volte per la festa di San Nicola…bellissima, milioni di persone, ma bellissima! torno spesso a Bari..la trovo una città molto bella…diciamo che tra la mia città e Bari non corre buon sangue ma essendo per metà barese apprezzo la bellezza della città, preferendo la mia!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...