Barbie non abita più qui

Barbie è diventanta calva. Non so se avete seguito la questione. Negli ultimi mesi è nato un gruppo su Facebook per sostenere la richiesta fatta alla Mattel da una bambina malata di cancro: avere un Barbie che, come lei, abbia perso i capelli. La Barbie calva nelle intenzioni delle due mamme dovrebbe aiutare le bambine malate e le figlie delle donne malate ad accettare più facilmente la caduta dei capelli. La Mattel ha dovuto capitolare. Il gruppo americano ha lanciato una petizione. I suoi 150 000 fan sono pochi rispetto ai 4 milioni di fan di Barbie ma l’azienda non ha voluto rischiare accuse di insensibilità.

Ma… c’è un ma, tanto per cominciare non sarà una Barbie ma un’amica di Barbie. Non verrà distribuita, non la troveremo dunque nei negozi. Barbie non esce con l’amica calva. Verrà inviata direttamente ai bambini calvi, tramite la Children’s Hospital Association e la National Alopecia Areata Foundation. La bambina calva americana avrà una bambola a domicilio, una che nessun altro potrà avere. Tanto per sottolineare la differenza.

E allora, mi sono trattenuta fin troppo, devo dirlo! Io Barbie l’ho sempre odiata e se possibile ora la odio ancora di più. Lancio un appello: mamme non comprate le Barbie alle vostre figlie. Metterete nelle loro mani l’immagine della perfezione irraggiungibile: Barbie è magra, bionda, fisicamente ineccepibile, ha vestiti bellissimi, casa super accessoriata, fidanzato fighissimo… insomma Barbie è un prototipo di donna che non esiste. E menomale.

Devo dire che io e mia sorella eravamo troppo avanti da piccole perchè questa cosa l’avevamo capita subito e infatti le nostre Barbie hanno fatto tutte una brutta fine: capelli tagliati, decapitate, fatte a pezzi…. Non eravamo un modello di amore nei loro confronti ma ci tengo a precisare che eravamo due bambine molto sensibili al punto da giocare sempre con tutte le nostre bambole insieme per non farle sentire escluse! Giocavamo all’orfanotrofio. Sì lo so non si può sentire 🙂 ma giusto per sottolineare che non eravamo due mostri. Solo che le Barbie ci stavano antipatiche, ecco tutto.

Leggendo in giro sui blog ho notato che tra le bloggers ci sono tante giovani mamme e allora ho pensato che mi sarebbe piaciuto creare uno spazio nel mio blog anche per consigliare belle letture per bambini e ragazzi. Ho letto molto da piccola e ho tanti titoli da consigliare. Perciò amici indirizzate alle Librerie invisibili le mamme in cerca di consigli! Sono le benvenute.

Oggi, per restare in tema di bambole, vorrei consigliarvi il primo libro che ho letto di Bianca Pitzorno: La bambola viva. Bianca Pitzorno è una straordinaria autrice per bambini, direi prevalentemente per bambine, più per una questione di identificazione perchè le sue protagoniste sono prevalentemente femminili. La Bambola viva è un libro che consiglierei per una fascia d’età dai 6 agli 8-9 anni, è un libro breve e ci diverse figure.

Chiara e Carlotta sono due gemelle alle quali è appena nato un fratellino. La loro zia, per non farle sentire escluse regala loro un bambolotto e le bambine si divertono un mondo ad imitare la mamma. Un giorno però al parco una baby sitter distratta scambia la sua carrozzina con quella delle gemelle. Chiara e Carlotta si ritroveranno a gestire un bambino vero all’insaputa di adulti che non le prendono sul serio. Ma dove sarà il bottoncino per spegnere il bambino e farlo tornare una bambola?

Consigliato per i bambini e le bambine che stanno per diventare fratelli maggiori.

Annunci

2 commenti

Archiviato in Libri per bambini, Siamo donne...

2 risposte a “Barbie non abita più qui

  1. gattina.amore@virgilio.it

    la BARBIE è BELLISSimAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  2. … Beh, cosa sto a commentare il comportamento della Mattel? -__-‘
    Io e mia sorella le nostre Barbie le facevamo combattere selvaggiamente stile torneo Tenkaichi xD
    La Bambola Viva… Il primo libro della Pitzorno che io abbia mai letto ç__ç che malinconia. L’ho adorato tantissimo, lo rileggevo continuamente… Chissà poi dov’è finito ò_ò

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...