Acciaio

Ho letto diverse recensioni di questo libro, la maggior parte poco entusiastiche. Ho dichiarato nelle mie confessioni di lettrice che non mento mai su un libro che mi è o non mi è piaciuto perciò sarò sincera e vi dirò che a me è piaciuto tantissimo. Tanto da averlo letto in un paio di giorni e tanto da ricordare ancora lo shock del finale, letto in un viaggio in treno che mi ha lasciata lì sconvolta per le restanti due ore di viaggio. Capita di entrare così in empatia con un personaggio da non poter accettare la fine impostagli dall’autore. Ma non vorrei dirvi troppo.

Sono stata piuttosto perplessa inizialmente nell’acquistare questo libro. Non mi piaceva la copertina e non mi piaceva la sintesi in quarta di copertina, mi sembrava una storia per ragazzine. Invece ad una ragazzina non lo farei leggere perchè è una storia un po’ forte, ma a mio parere non volgare come ho letto in qualche recensione. È la situazione descritta ad essere volgare e sordida e non la si può edulcorare con una lingua perbenista.

Ma andiamo per ordine. Acciaio è un romanzo di Silvia Avallone, scrittrice appena 25enne alla sua prima uscita (il che è già molto bello). L’Acciaio è anche lo scenario della storia, ambientata nei palazzoni di via Stalingrado a Piombino, casermoni popolari nati e nutriti sotto l’egida delle Acciaierie Lucchini. All’ombra dell’altoforno si consumano le vite dei personaggi come in un brulicante formicaio, nel quale regna il caos assoluto. Anna e Francesca hanno 13 anni, sono amiche del cuore e si sentono invincibili. Sono forti della loro bellezza, il mondo sembra essere ai loro piedi. Ma davanti a loro c’è un’estate che cambierà tutto, le loro vite non saranno più le stesse. Ogni tempo nel romanzo ruota attorno alla vita dell’acciaieria, attorno a quell’altoforno che non si spegne mai e che succhia vita e speranze agli abitanti di via Stalingrado. I giovani cercano di sottrarsi a quest’ombra incombente e la esorcizzano nel solo modo che conoscono: lo sballo, la droga, la delinquenza… l’amore. Gli adulti sono dei vinti, incapaci di cambiare il loro destino e quello dei loro figli, riescono solo a peggiorarlo. C’è qualcosa di bello nel libro? Sì, l’ho detto, l’Amore.

“Sorridevano, non si dicevano niente. E una aveva la bocca impiastrata di dentifricio, l’altra le labbra dischiuse e un poco screpolate. Combaciavano perfettamente. “

Annunci

7 commenti

Archiviato in Recensioni

7 risposte a “Acciaio

  1. Pingback: Marina Bellezza | Le librerie invisibili

  2. Sara

    mi è piaciuto molto.. davvero….

  3. Io devo ancora leggerlo, ammetto xD Ma dopo questa recensione credo che cercherò di reperirlo quanto prima.
    Non mi stupisce, comunque, che un libro di successo subisca recensioni negative… argh, no, cos’è quest’acidume? Vabè, oggi sono in modalità acida >_>

  4. Mi avete confortata! A qualcuno piace questo libro, menomale 🙂
    L’ultima parte più che altro mi ha gelata, è stata una doccia fredda per quanto mi riguarda.

  5. Anche io ho letto questo libro e mi è piaciuto molto. Una scrittura semplice e scorrevole ma, nello stesso tempo non banale e che arrivava dritto al punto!

  6. Anche è me è piaciuto molto: mi è piaciuta l’ambientazione, l’epoca, le due protagoniste con il loro background famigliare, l’Amore, la sfida di crescere.

    Mi è piaciuta in modo particolare la prima parte, mentre l’ultima mi ha slasciata un po’ meno convinta. Ora come ora non ricordo il perchè, sono passati oramaidue anni dalla lettura: però ora come ora mi sa che lo riprendo e poi torno qui da te…

  7. dolceofelia

    sono curiosa anche io di questo libro, ma come te ho letto le recensioni e non sono molto positive… mah… di certo varia di persona in persona, chissà magari un giorno lo leggerò, come la solitudine dei numeri primi che non volevo leggere perchè pensavo fosse una cagata, invece mi è piaciuto 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...