Libri in tv

Il libro questo sconosciuto. Almeno in Italia. I lettori, infatti, sono solo il 38 % sul totale della popolazione di età superiore ai 14 anni, ma solo il 10 % si possono definire “abituali”. L’Italia, tra i 25 paesi dell’Unione Europea, si collocava nel 2006 solo al diciannovesimo posto, superando di poco la Spagna, la Romania, la Grecia e la Bulgaria. Oggi, con quel 38 % scarso, potrebbe anche essere stata scavalcata da tutti i paesi tranne il Portogallo (fonte Repubblica.it).

La tv però la guardano tutti, o quasi. Diciamo pure il 99,9 % o giù di lì.

E allora perchè, mi chiedo, non incentivare la lettura con più programmi sui libri? Qualcuno ce n’è, ma pochini a dire il vero. Sì, lo so che se fai un programma e nessuno lo guarda allora è inutile metterlo in onda, ma si torna sempre all’annosa questione del servizio pubblico. La cultura non è più compito della tv, non fa audience oppure costa troppo. Sull’audience ho i miei dubbi perchè credo che Fabio Fazio faccia buoni ascolti quando invita gli scrittori a Che tempo che fa, perciò ritengo che il nocciolo della questione sia fare ascolti con il minimo sforzo, per esempio con le storie strappalacrime di Pomeriggio 5 o La vita in diretta.

Detto ciò, mi piacerebbe dedicare questo post alle poche trasmissioni che in tv parlano di libri a cominciare dalla storica e intramontabile Per un pugno di libri. Condotta quest’anno da Veronica Pivetti (ma il mio cuore rimane con Neri Marcorè), ogni domenica pomeriggio alle 18 è un faro di luce nella noia costante (quella domenicale poi è il top) della tv. Devo ammettere che quest’anno hanno abbassato un pò il tiro: scenografia più banale, giochi ripetitivi, nessun ospite. La trasmissione stava per chiudere e si vede che è stata raffazzonata per essere messa in onda un altro anno, ma purtroppo ha vita breve. Un peccato, perchè io Piero Dorfles lo ascolterei parlare di libri dalla mattina alla sera. Ha un talento incredidibile nel consigliare letture, mi spingerebbe a comprare qualsiasi tipo di libro purchè l’abbia consigliato lui.

Certamente anche Fabio Fazio a Che tempo che fa contribuisce a sponsorizzare il mercato librario con le sue interviste agli autori, mai banali, con il solo neo di trattare solo le novità editoriali e non di libri già editi o di classici. D’altronde conduce un programma di attualità e non può comportarsi diversamente.

Su La7 Alain Elkann conduce 2 minuti,un libro ma riesco a beccarlo raramente perchè va in onda la mattina (chiaro intento di non renderlo un programma popolare) e non sono ancora riuscita a capire se ne valga la pena.

Basta così. Non conosco altri programmi che parlino di libri, neppure su Sky che dovrebbe avere un’offerta più variegata.Voglio però segnalarvi due chicche del web, programmi andati in onda anni fa che possono essere rivisti sul sito della Rai o su youtube. Il primo è Pickwick, programma dedicato alla letteratura andato in onda nel 1994, condotto nientemeno che da un giovane Baricco. Era un programma bellissimo, perchè non parlava di bestseller o di novità editoriali ma della letteratura in ogni sua stagione senza voler reclamizzare nessuno, se non i grandi autori del passato.

L’altra imperdibile perla è per tutti coloro che hanno odiato nel loro percorso scolastico o universitario il polpettone italiano per eccellenza: I promessi sposi (concedetemi questo giudizio dissacrante). Guardatevi su youtube il Trio Lopez, Solenghi e Marchesini: imparerete ad amarlo.

E voi? Guardate o desiderate in tv programmi sui libri? Avete da consigliarmi qualcosa che mi sfugge?

Annunci

6 commenti

Archiviato in Curiosità

6 risposte a “Libri in tv

  1. Grazie, grazie, grazie per il link a “Pickwick”! La guardavo e registravo le puntate su VHS. Non ero mai riuscita a ritrovarle su internet. Era una trasmissione molto carina, faceva davvero venire voglia di leggere, ma naturalmente, già all’epoca, andava in onda in seconda serata…

    • E’ un piacere averti aiutata a ritrovarle! Pensa che quando andava in onda io forse non ero nata oppure ero piccolissima perciò le ho viste tutte su internet dopo averle scovate casualmente sul sito della RAI. Eh… magari facessero ancora programmi così belli 🙂

  2. Sono di nuovo qui!

    Ti passo il testimone per una iniziativa che ha colpita anche me settimana scorsa: sii paziente e accettala.

    La trovi da me su towritedown.wordpress.com dove ovviamente ho parlato di te!

    A presto,
    Grazia

  3. Ciao Maria, il romanzo della Marchesini l’ho letto. Mi aveva incuriosita parecchio ma non è stato all’altezza delle mie aspettative, continuo a preferirla come comica! Però visto il tuo entusiasmo gli darò un’altra occhiata 🙂
    Anche i Promessi Sposi in 10 minuti degli Oblivion li ho già visti, molto carini e hai fatto bene ad aggiungerli alla mia lista: un altro modo per rivalutare l’odioso romanzo!

  4. Per quanto riguarda Pickwick mi è capitato di vedere sempre su youtube la puntata dedicata a Bartleby lo scrivano di Melville e in effetti era anche quello un bel programma…
    Io ti consiglio di guardare il video “I Promessi Sposi in 10 minuti” degli Oblivion!

  5. I programmi sui libri che guardo io sono quelli che hai già citato… Il programma Che tempo che fa lo apprezzo per tante ragioni, tra cui le lezioni di storia dell’arte di Flavio Caroli e appunto gli spazi dedicati alle letture (consiglio di guardare su youtube l’intervista ad Anna Marchesini in occasione dell’uscita del suo romanzo d’esordio MERAVIGLIOSO, Il terrazzino dei gerani timidi, che ti consiglio se come me ami sia lei che la letteratura)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...